La zanzara coreana che resiste al freddo!

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su google
Google+
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Recentemente l’Università degli Studi di Milano ha pubblicato sulla rivista Parasites & Vectors uno studio condotto all’interno di un piano di sorveglianza per gli insetti invasivi.

In questa ricerca sono state identificate molte zanzare appartenenti alla specie aedes koreicus tra le province di Bergamo e Brescia. La “zanzara coreana” Aedes Koreicus si sta rapidamente diffondendo anche in lombardia,perché rispetto alle altre specie si adatta facilmente alle temperature più basse tipiche dell’autunno delle nostre parti.

Sembra adattarsi molto bene a temperature più basse (23-28°C) anche in regioni montuose, tanto che ha già colonizzato un’ampia area collinare-montana del Veneto e Trentino. Questa caratteristica di resistenza al freddo potrebbe permetterle di espandersi rapidamente anche nel resto d’Italia.

La zanzara è originaria dell’estremo Oriente (penisola coreana, Giappone, alcune aree della Cina e della Russia) e probabilmente è arrivata in Lombardia attraverso gli scambi commerciali e i voli internazionali. Si presume dall’aeroporto di Orio al Serio vista la sua presenza nella provincia di Bergamo.

La situazione è da monitorare con attenzione, visto che le specie di insetti infestanti hanno la potenzialità di essere vettori di malattie per animali e essere umano. Alcuni esperimenti di laboratorio hanno evidenziato che Ae. koreicus potrebbe veicolare parassiti umani come nematodi (Dirofilaria immitis e Brugia malayi) e virus che sono causa di chikungunya e encefalite giapponese, anche se non sono ancora stati riscontrati casi in Italia.

Altri articoli interessanti sulle zanzare

West Nile Virus

Zanzare vettore e il virus West Nile

Non solo nei paesi dell’Africa o dell’India ma purtroppo arrivano anche da noi e sono ogni anno più numerosi Sto parlando di